Boadicea, la campionessa del Lupo #60 [Il crepuscolo degli Dèi: gli ultimi eroi]

printer-friendly
Boadicea
#60 - la campionessa del Lupo

Interpretato da: R. M.


Motto: Perché proprio ora, alla fine della canzone, la mia mano vacilla per la prima volta?
Gruppo: Le schiere del Lupo
Mostra/nascondi descrizione del gruppo:

“Morire con fierezza, se non è più possibile vivere con fierezza.” Mentre uno dopo l’altro i Clan cadono sotto l’incedere degli armigeri dell’Arcivescovo Clotario, mentre i vecchi cantano tutte le antiche canzoni, per non lasciarne nessuna a venire sporcata dal tempo, mentre i presagi della fine volano sulle nere ali del corvo, i figli del Lupo resistono. Altea, la loro patria, è l’unica fra tutte le città di Altabrina ad ergersi ancora libera e fiera. Una libertà pagata a caro prezzo. Il capo del Clan del Lupo e quasi tutti i suoi guerrieri sono morti o dispersi, caduti sotto i colpi dei soldati del Re. Il destino ha posto il futuro del Clan sulle spalle di Brunilde, guerriera figlia di capi, e su quello delle sue compagne e sorelle di lancia. Al loro fianco ci sono anche alcuni guerrieri, per lo più giovani ancora non temprati dal sangue della battaglia ma anche veterani legati alla signora del Lupo, dalla colpa o dal fato. Riuscirà Brunilde a pretendere il rispetto dovuto a un capo, a costo di andare contro le tradizioni? I Figli del Lupo da sempre si sentono superiori ad ogni altro clan, ed inoltre hanno mantenuto la libertà grazie al sangue versato dai loro fratelli, padri e mariti. Nessuno sa dire con che animo essi marcino seguendo il richiamo della Lince, ma in molti sono pronti a giurare che essi non vorranno schierarsi in nessuna alleanza. Non ne hanno bisogno.

Teaser: Campionessa del clan, famosa per la sua ferocia, per il suo disprezzo del pericolo e per la sua austera freddezza, forse superiore persino a quella di Brunilde. I pochi che possono dirsi vicini a Boadicea hanno notato in lei, negli ultimi tempi, uno strano cambiamento. Non si getta più nella mischia con lo stesso ardore prima e la sua mano a volte esita prima di sferrare il colpo fatale. Forse la campionessa è caduta vittima della paura?

Legami: Unica vera amica di Brunilde. Il veterano Vacone tenta di accostarsi a lei ma viene continuamente respinto. La giovane Teodolinda la venera e vorrebbe essere come lei. Apprezza la volontà di Liutprando di voler cantare le gesta delle sorelle di lancia.

Provenienza: Barbari del Nord - Gruppo: Le schiere del Lupo - Razza: Umano - Sesso: femmina - Età del giocatore: 25 o più. - Archetipi: Guerriera, tenace.

Altri membri del gruppo: Le schiere del Lupo Fridelmo figlio di Isenbrando (58 ) interpretato da Simone M; Cunegonda (38 ) interpretato da Iris C; Frida (42 ) interpretato da Ilaria G; Liutprando (48 ) interpretato da Paolo V; Vacone (55 ) interpretato da Andrea T; Arnaldo (54 ) interpretato da Mikon P; Teodolinda figlia di Isenbrando (59 ) interpretato da Valentina F; Ser Rongomiante Leondoro (49 ) interpretato da Luca G; Teodorico (53 ) interpretato da Emiliano D; Odoacre (47 ) interpretato da Mattia D; Everardo figlio di Isenbrando (57 ) interpretato da Matteo M; Dialdana (40 ) interpretato da Vittoria B; Childeberto (50 ) interpretato da Manuel B; Brunvino neraventura (56 ) interpretato da Fabio S; Dagoberto (46 ) interpretato da Daniele P; Arimanno (43 ) interpretato da Luca S; Sinilde del Lupo (37 ) interpretato da Andreana V; Ermengarda (39 ) interpretato da Arianna B; Altachiara (44 ) interpretato da Valentina M; Grimoaldo linguanera (51 ) interpretato da Amos M; Rosmunda (41 ) interpretato da Susanna A; Brunilde del Lupo (36 ) interpretato da Elena C; Ildebrando (45 ) interpretato da Francesco S; Oddone (52 ) ancora in cerca di interprete ;