Tiburzio Sperandio, Il vecchio volpone / Il nipote schivo #24 [Novecento]

printer-friendly
Tiburzio Sperandio
#24 - Il vecchio volpone / Il nipote schivo

Interpretato da: F. F.


Secondo Personaggio: Tiziano Sperandio
Gruppo: Famiglia Sperandio - I contadini di successo
Mostra/nascondi descrizione del gruppo:

Tutto quello che c’è da sapere sulla Famiglia Sperandio è all’interno del nome stesso. “Spera in Dio”. Un po’ come dire “aiutati che il ciel d’aiuta”: una verità universale per una famiglia nata dal nulla che si è formata da degli orfani che hanno deciso di vivere come se fossero parenti di sangue.

Venire dal nulla significa svolgere lavori umili e spaccarsi la schiena per poche monete ma la voglia di zappare non manca, infatti sanno tirarsi su le maniche e darsi da fare nei campi o dovunque possano servire. Sono al servizio della ricca Famiglia Beccaria ormai da tanti anni ma si sa che il futuro è imprevedibile e la loro tenacia li porterà lontano.

Il tempo passa, gli anni si susseguono e il lavoro continua ad essere provante mentre un desiderio di rivalsa si fa sentire sotto pelle, e anche se taciuto sanno fare buon viso a cattivo gioco. A questa Famiglia non è mai stato regalato niente, quindi per ottenere ciò che vogliono devono metterci anche la testa e non solo le braccia robuste e operose.

Ma, finalmente, dopo tante sfaticate alla metà del secolo anche per loro arriva il momento di arricchirsi e farsi belli con i soldi che adesso riempiono le loro casse. Si può godere con frivolezza dei frutti del duro lavoro, di investimenti favorevoli e della cieca buona sorte forse però lasciando il posto all’avidità che si fa strada specialmente nei più anziani membri degli Sperandio. C’è solo una cosa alla quale bisogna stare allerta, ovvero che se non si fa attenzione più si vola in alto e più rischia di far male la caduta.

Teaser primo personaggio:

Se tutte le malelingue o i pettegolezzi su questa famiglia avessero un volto unico sarebbe sicuramente quello di Tiburzio. Non è il più esperto o il più anziano fra gli Sperandio ma è senza dubbio il più scaltro e questo lo ha portato nell'ardua posizione di capofamiglia in cui si trova ora. Forse pretende troppo dagli altri, specie i figli Giuliana e Umberto, ma lo fa per il loro bene e anche la moglie Giustina lo sa. A volte affabile e a volte severo, non si capisce mai che pensieri si celino sotto il suo sguardo astuto: l'unica certezza è che il benessere della famiglia, per lui, viene prima di tutto. Anno di nascita 1874

Teaser secondo personaggio:

Tutti si ricordano di suo nonno Tiburzio come un uomo capace e intraprendente. Uno tutto d'un pezzo, che ha insegnato al figlio Umberto a non comportarsi da femminuccia, il quale a sua volta sta insegnando la stessa cosa a lui. Tiziano però non sa cosa farsene di questi insegnamenti, proprio lui che la voce grossa non sa come si fa. Il suo carattere timido e sensibile lo ostacola nell'esprimersi ma, se vorrà trovare da solo il suo posto nel mondo seguendo il suo cuore, fare i conti con le sue insicurezze è la sua unica possibilità. Anno di nascita 1954

Larp: Novecento - Gruppo: Famiglia Sperandio - I contadini di successo - Genere: uomo - Età del personaggio/i: giovane/adulto/maturo

Altri membri del gruppo: Famiglia Sperandio - I contadini di successo Ursino Sperandio (27 ) interpretato da Antonio M; Fausto Sperandio (32 ) interpretato da Mirko B; Valente Sperandio (28 ) interpretato da Valerio B; Tea Pardini (33 ) interpretato da Giulia M; Ortensia Sperandio (31 ) interpretato da Gabriella A; Giustina Sperandio (25 ) interpretato da Barbara C; Danilo Sperandio (35 ) interpretato da Felice R; Giuliano/a Sperandio (26 ) interpretato da Livia P; Carmen Sperandio (34 ) interpretato da Silvia C; Rosetta Sperandio (30 ) interpretato da Piera D; Giano Sperandio (29 ) interpretato da Davide P;